La geologia nella progettazione stradale e ferroviaria

La progettazione stradale implica una profonda conoscenza del territorio ed una capacità di analisi delle problematiche che può esser sviluppata con una lunga esperienza.


Condividi questa pagina

Progettazione stradale Progettazione stradale - Lavori per la realizzazione della galleria Caltanissetta

Realizzazione della Galleria Caltanissetta per il raddoppio della carreggiata lungo la S.S. 640 Agrigento-Caltanissetta

Sia che si tratti di una piccola strada interpoderale o di una più imponente autostrada il geologo è chiamato ad individuare il modello geologico della regione e ad integrare l'infrastruttura nell'ambiente, preservandone le caratteristiche ed esaltandone le peculiarità.

Di seguito gli interventi richiesti per una progettazione stradale e ferroviaria secondo il Progetto di Qualità del Consiglio Nazionale dei Geologi

Il tuo matrimonio in campagna

Organizza il tuo giorno più bello in una location per matrimoni in campagna, al centro della Sicilia

Fase di progetto preliminare

  1. Descrizione del tracciato dal punto di vista planoaltimetrico.
  2. Studio bibliografico ed inquadramento geologico regionale dell’opera.
  3. Raccolta delle indagini geognostiche esistenti e cartografia della loro ubicazione con rappresentazione del tracciato di progetto.
  4. Redazione di una carta dei vincoli esistenti (idrogeologico, paesaggistico, da Piano Straordinario o Stralcio per l’Assetto Idrogeologico, da strumento urbanistico) o in iter di adozione (Proposte di PSAI) nonché degli studi a carattere territoriale esistenti su base topografica C.T.R. in scala 1:5.000.
  5. Verifica delle interferenze e analisi delle criticità connesse con la presenza di punti obbligati.
  6. Redazione di una carta geologica e di una geomorfologica a scala d’intervento (1:10.000 oppure 1:5.000) su base topografica CTR con indicazione del tracciato.
  7. Schede delle criticità.
  8. Redazione del progetto di campagna indagini dirette ed indirette.
  9. Redazione della relazione di sintesi in cui vengano descritti:
    • lo scenario geologico di riferimento e l’assetto geometrico del sottosuolo;
    • lo scenario geomorfologico e gli eventuali fenomeni evolutivi;
    • le caratteristiche litologiche dei terreni affioranti e sub-affioranti;
    • lo schema di circolazione idrica sotterranea con riferimento alle caratteristiche di permeabilità dei diversi litotipi;
    • i livelli di pericolosità riscontrati e gli elementi di criticità ad essi connessi in relazione con la tipologia di intervento previsto;
    • le caratteristiche sismiche della fascia di territorio interessata dal tracciato (in relazione con gli studi sismogenetici condotti e presenti in bibliografia);
    • il valore delle accelerazioni di progetto con riferimento alle NTC 2008 nei settori in cui sono previste opere d’arte;
    • gli esiti di eventuali studi di Microzonazione Sismica;
    • gli esiti degli studi propedeutici alla redazione dei Piani Stralcio per l’Assetto Idrogeologico e di quanto altro prodotto da Enti o strutture pubbliche per la definizione dei livelli di pericolosità locali.

    Un team di geologi siciliani per indagini geologiche in tutta la Sicilia

    Caltanissetta, Enna, Agrigento, Palermo, Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani

    In relazione con la quantità e la qualità dei dati disponibili (bibliografici e derivanti da studi specialistici pregressi) e con l’articolazione dell’intervento in relazione con il contesto locale (e dei livelli di pericolosità presenti) il Professionista fornirà un giudizio di complessità dello scenario naturale al fine di consentire all’estensore dello studio geotecnico, di predisporre opportuni approfondimenti nelle successive fasi progettuali.

  10. Le eventuali zone ad elevata criticità interessati dalla strada a progetto potranno essere analizzate proponendo tracciati alternativi o speciali precauzioni tecniche volte a ridurre la vulnerabilità dell’opera o la riduzione dell'impatto della stessa sull’ambiente.
  11. Fase di progetto esecutivo/definitivo

    1. Studio geologico e geomorfologico dell’area circostante al tracciato con particolare riferimento alle condizioni di stabilità dei versanti e alla loro possibile evoluzione in relazione alla realizzazione dell’opera.
    2. Studio geolitologico degli affioramenti esistenti e caratterizzazione speditiva delle terre o delle rocce secondo le norme UNI.
    3. Redazione di una carta geolitologica di dettaglio (scala 1:10.000 o scala maggiore) ottenuta con base topografica della Carta Tecnica Regionale.
    4. Redazione di una carta geomorfologica di dettaglio (scala 1:10.000 o scala maggiore) ottenuta con base topografica della Carta Tecnica Regionale.
    5. Rassegna fotografica con fotografie panoramiche del tracciato e particolari delle stazioni di rilievo e dei punti di affioramento.
    6. Relazione sulla campagna di indagini dirette e indirette volta alla ricostruzione del modello geologico ed alla caratterizzazione litologica del volume significativo. Il numero di indagini è funzione della complessità geologica e morfologica del tracciato ma deve garantire la disponibilità di dati litostratigrafici, idrogeologici e fisici (anche da prove in situ) dei diversi settori del tracciato ed in corrispondenza di ciascuna opera d’arte o di particolare incidenza sul territorio.
    7. Presentazione degli elaborati prodotti a seguito dell’esecuzione della campagna di indagini geognostiche.
    8. Ricostruzione di profili geologici e geolitologici con elementi di geomorfologia longitudinali (in asse al tracciato) e trasversali (perpendicolari ad esso); le sezioni trasversali saranno ricostruite nei settori interessati da trincee, rilevati o opere d’arte e laddove sono stati riscontrati elementi geomorfologici significativi ai fini della sicurezza dell’intervento.
    9. Ricostruzione litostratigrafica di dettaglio in corrispondenza delle spalle di viadotti e/o degli imbocchi delle gallerie.
    10. Considerazioni geologico-applicative sull’esecuzione di trincee, rilevati, opere d’arte ed opere speciali in relazione alla stabilità dei luoghi e delle opere, con eventuali previsioni di consolidamento localizzato o areale.
    11. Redazione della relazione di sintesi in cui vengano descritti:

      • lo scenario geologico locale in relazione con quello di riferimento (elaborato in fase preliminare) nonché l’assetto geometrico locale delle diverse unità;
      • lo scenario geomorfologico locale e la presenza di eventuali fenomeni evolutivi, distinguendoli in funzione dello stato di attività, della distribuzione, dello stile e dello stadio;
      • le caratteristiche litologiche (anche mediante l’utilizzo di litofacies) dei terreni affioranti e sub-affioranti;
      • lo schema di circolazione idrica sotterranea con riferimento alle caratteristiche di permeabilità dei diversi litotipi;
      • i livelli di pericolosità riscontrati e gli elementi di criticità ad essi connessi in relazione con la tipologia di intervento previsto;
      • le caratteristiche sismiche della fascia di territorio interessata dal tracciato (in relazione con gli studi geofisici condotti nell’ambito dello studio, integrati da dati di bibliografia);
      • il valore delle accelerazioni di progetto con riferimento alle NTC 2008 nei settori in cui sono previste opere d’arte;
      • gli esiti degli studi di Microzonazione Sismica compresa la RSL;
      • gli esiti degli studi propedeutici alla redazione dei Piani Stralcio per l’Assetto Idrogeologico e di quanto altro prodotto da Enti o strutture pubbliche per la definizione dei livelli di pericolosità locali;
      • l’analisi delle criticità geologico-applicative in relazione con l’intervento complessivo e/o con alcune delle opere di progetto.
      organizzazione eventi Sicilia

      In relazione con la quantità e la qualità dei dati acquisiti (mediante specifiche indagini e/o rilievi di campo) e con l’articolazione dell’intervento in relazione con il contesto locale (e dei livelli di pericolosità presenti) il Professionista esprimerà un giudizio di attendibilità del modello geologico ricostruito, al fine di consentire all’estensore dello studio geotecnico, di predisporre ulteriori approfondimenti. L’attendibilità viene espressa attraverso un indice cui corrispondono i seguenti livelli: 1=scarso; 2=mediocre; 3=sufficiente; 4=buono; 5=ottimo.

    12. Redazione degli elaborati necessari per la predisposizione di eventuali varianti agli strumenti urbanistici nei casi in cui l’intervento determini una variazione della destinazione d’uso delle aree interessate dal progetto (art. 13 L. 2/2/1974 n. 64).
    13. Analisi del movimento materie e tecniche di reimpiego delle terre, cave di prestito, ubicazione possibili aree da destinarsi per deposito dei materiali di risulta degli scavi o di smarino delle gallerie.

indagini geologiche FF.SS. indagini geologiche FF.SS. - Panoramica di un tratto delle Ferrovie dello Stato

Un tratto della rete ferroviaria siciliana



Edilizia

Progettazione urbana

Progettazione stradale e ferroviaria

Progettazione di reti fognarie, idriche, metanodotti, etc...

Redazione di strumenti urbanistici

Studi in area urbana

Idrologia e Idrogeologia

Ambiente e Geomorfologia

Indagini in sito

Un team di geologi siciliani per indagini geologiche in tutta la Sicilia

Geologia, Geomorfologia, Idrogeologia, Geotecnica

Una squadra di geologi siciliani, sotto casa tua.

img di struttura // freccia geologi di sicilia
Tu sei qui: Home > Progettazione urbana > Progettazione stradale e ferroviaria

Se desideri prendere un appuntamento per un sopralluogo o semplicemente richiedere un'informazione puoi utilizzare il seguente form:

Nome  
Cognome
Telefono

ho preso visione dell'informativa sulla privacy

E-mail

inserisci un indirizzo e-mail valido

Verifica  

inserisci il numero che vedi sopra

Messaggio

per attivare il tasto è necessario selezionare il checkbox relativo all'informativa sulla privacy

 

Geologi di Sicilia - Geologia, Geomorfologia, Idrogeologia, Geotecnica
Contatti

Creazione siti web in Sicilia: CLIC - Consulenze per il Web Marketing
Ottimizzazione e posizionamento siti web a cura di: A. Argentati - Consulenze aziendali per Internet

Questa versione del browser (Internet Explorer 6) è ormai obsoleta. Ti consigliamo di eseguire un aggiornamento all'ultima versione disponibile.